CONDIVIDI
Insomma, anche quest'anno è finito.
Un anno molto particolare, aperto - qualcuno la ricorderà - con una letterina a Babbo Natale scritta esattamente un anno fa su questo stesso blog e che si chiude in modo per me ricco di novità, di nuovi interessi e di trasformazioni che andranno a interessare in modo molto forte la mia vita professionale.

Qualche bilancio, anzitutto.

Stavo facendo un po' di analisi proprio in questi giorni sui dati di traffico di OnMarketing YoY, ossia di tutto il 2015 in relazione all'anno precedente. Mi sono reso conto che la diffusione di OnMarketing presso il suo pubblico di riferimento è stata in costante ascesa per tutto l'anno: le sessioni sono aumentate di quasi il 50%, così come gli utenti unici. In più, la generazione di traffico organico, da social media e da ricerca, ha visto il verificarsi di incrementi ben oltre le aspettative. Per un blogger significa molto, se non altro in termini di soddisfazione personale.
Ma non è solo questo.
Le soddisfazioni sono state tante e importanti, dalla partecipazione come media supporter presso il Festival del Web Marketing di Rimini alle richieste di contatto e di collaborazione venute da più fronti - non ultima quella che mi ha portato a registrare un videocorso avanzato su Google Analytics per Studio Samo e un altro su Google Tag Manager per il marketing per Master University.
Già, a proposito. Avrai notato che lo spazio dedicato alla web analytics - sia dal punto di vista della tecnica di tagging e di reporting, sia dal punto di vista dei fondamenti teorici della disciplina - è aumentato considerevolmente in questo blog. La scelta, ovviamente, non è casuale. Il fatto è che ho deciso di dare sempre più spazio alle mie passioni, e di partire da lì per costruire un rapporto con i miei lettori che si basi su ciò che so fare meglio.
Già  da tempo, ricorderai, una buona parte dei miei articoli era dedicata ad analisi di marketing e alle risultanze statistiche delle azioni di marketing stesse. Mi sono reso conto che non solo questi argomenti interessavano molti miei lettori, ma che soprattutto tra questi moltissimi non erano in grado di fare cose che per me risultavano semplici - come ad esempio sfruttare le potenzialità degli strumenti di analytics per migliorare le proprie performance sul web. A quel punto, la scelta di dedicare almeno un articolo alla settimana al tema della web analytics - alternando argomenti relativamente semplici ad altri più complessi - era praticamente obbligata.
Ne sono nati, secondo me, alcuni dei miei articoli migliori, e un corso a puntate su Google Tag Manager che - mi pare - è stato molto apprezzato e molto seguito.
Anche queste, sono soddisfazioni.

Cosa succederà nel 2016?

Di certo, si continuerà a parlare di marketing, di analisi quantitative, di analytics. Ma non solo. Cercheremo da subito di spingerci oltre i temi tradizionali, iniziando a parlare di strumenti e risorse di marketing finora abbastanza inesplorati in questo blog (e non solo), quali il mobile marketing e il proximity marketing.
Temi che, sono sicuro, incontreranno il vostro interesse e stimoleranno la vostra curiosità.
Nel frattempo, non mi resta che congedarmi per quest'anno e darvi appuntamento al 7 gennaio.
Non prima, però, di avervi augurato buone feste.

CIAO! Grazie per essere arrivato a leggere fino a qui.

Porto avanti questo blog solo per passione, senza voler fare altro se non avviare un confronto con chi condivide con me l'interesse per tutto ciò che è marketing. Se ti è piaciuto questo post, la soddisfazione più grande che potrai darmi sarà quella di condividerlo sui social media e di lasciare un tuo commento.

Se poi vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti subito alla newsletter!

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:

Delivered by FeedBurner

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY