CONDIVIDI
Facebook: inizia l'era del social video marketing?
Sono passati solo pochi mesi da quando Mark Zuckerberg, presentando i risultati di Facebook nel corso del terzo trimestre 2014 pronunciava, in risposta ad una domanda fatta da un giornalista, le seguenti parole:

La maggior parte dei contenuti su Facebook È fatta di cose che le persone condividono con i loro amici e con la gente intorno a loro. Per questo credo che anche per i video continueremo a vedere questa cosa. C'è una tendenza precisa negli ultimi anni per cui, se pensi a 5 anni fa, la maggior parte dei contenuti era testuale, ora la maggior parte di essi sono foto e, se guardi al futuro, [...] una gran quantità di contenuti che le persone condivideranno saranno video.

Facebook ha già iniziato da un pezzo a rendere i video un asset importante della propria piattaforma di distribuzione dei contenuti. Basti pensare, ad esempio, al fatto che ormai da alcuni mesi i video partono automaticamente quando vengono visualizzati nei news feed, le bacheche degli utenti.

Come reagiscono le aziende davanti al social video marketing?

Le aziende dovrebbero vedere in questi segnali una chiara chiamata al risveglio. Se oggi infatti una strategia di social media marketing basata sulla condivisione di testi e immagini può apparire ancora valida, domani probabilmente non lo sarà più, e sarà necessario integrare questa strategia con una fondata sui video.
Non sto parlando di un futuro lontano. Già oggi, su Facebook vengono visualizzati mediamente 3 miliardi di video ogni giorno (si, hai capito bene!), e già da alcuni mesi c'è stato uno storico sorpasso tra la quantità di video visualizzati su Facebook e quella relativa a Youtube.
Parte del sorpasso si spiega, certamente, con la semplice considerazione che i video vengono visualizzati su Facebook direttamente sui news feed degli utenti (dove partono immediatamente senza alcuno stimolo da parte dell'utente, come detto), mentre chi vuole vedere un video su YouTube deve in qualche modo andarci appositamente.
A noi questa cosa ovviamente non interessa: quel che interessa, invece, è che proprio questa caratteristica peculiare rende il social video marketing su Facebook uno strumento di una potenzialità virtualmente infinita per la promozione aziendale.

Video su Facebook: pianificare una strategia

Come pianificare una strategia di video marketing su Facebook?
Di certo, so cosa non fare: non riproporre su Facebook, anche quando ci sono, i commercials, le pubblicità televisive.
Facebook, lo sappiamo, viene vissuto dagli utenti come uno strumento per passare qualche minuto in leggerezza, come del resto avviene per la televisione. Al contrario di quanto avviene per la televisione, però, la distanza che passa tra un video pubblicitario che inizia e uno che finisce è misurata nei pochi pixel separano il video dal bordo superiore della schermata del news feed. In sostanza, basta uno scroll e il video, pur risultando visualizzato per le statistiche, non verrebbe realmente fruito da nessun utente.
Come fare, allora?
Semplice: ricorrendo anche per i video al content marketing, per promuovere video che siano:
  • informativi
  • di intrattenimento legato al brand
  • di guida per gli utenti (anche in versione FAQ)
  • di customer care
  • di proposta commerciale, ma sempre inserita nel quadro di un'attività tesa a informare più che a promuovere, o meglio a promuovere informando.
Nel prossimo futuro, forse già nei prossimi mesi, inizieremo a vedere con sempre maggior frequenza user-generated video: filmati generati dagli utenti e messi in rete per essere condivisi con amici e conoscenti. Accanto a questi, gli utenti tenderanno a condividere sempre più video prodotti da aziende e social community allo scopo di informare e intrattenere, esattamente come oggi stanno già facendo con immagini e contenuti che ritengono più validi e che più hanno attirato la loro attenzione.
Ci sarà, tra questi, anche quello della tua azienda?

CIAO! Grazie per essere arrivato a leggere fino a qui.

Porto avanti questo blog solo per passione, senza voler fare altro se non avviare un confronto con chi condivide con me l'interesse per tutto ciò che è marketing. Se ti è piaciuto questo post, la soddisfazione più grande che potrai darmi sarà quella di condividerlo sui social media e di lasciare un tuo commento.

Se poi vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti subito alla newsletter!

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:

Delivered by FeedBurner

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY