CONDIVIDI
6 semplici modi per aumentare i follower su Twitter
E così hai un profilo aziendale e vuoi aumentare i follower su Twitter.
Fai bene.

Perché aumentare i follower su Twitter è una buona idea?

Twitter è una cassa di risonanza importante in cui il pensiero trova la forma dei 140 caratteri per esprimersi, o per catturare l'attenzione sui contenuti che hai prodotto, o per spiegare un'immagine o un concetto.

Twitter è anche un luogo di conversazione, a volte occasionale, a volte scambio continuo di idee nella forma del retweet, della menzione e della conversazione.
Già: conversazione. Si presuppone dunque che il tweet non sia una vox clamans in deserto, ma che abbia un'audience che possa recepire i nostri messaggi, farli emergere dallo streaming e finalmente rispondere-retweettare-menzionare quanto abbiamo scritto.
Ma come si fa a farsi seguire? Problema di media entità per un privato (che anzi potrebbe decidere di utilizzare Twitter come una sorta di punto intermedio tra Facebook e Whatsapp), diviene un po' più importante per chi vuole diffondere i propri contenuti e eventualmente fare un'azione di branding, importantissima evidentemente per qualsiasi azienda.
Problema, diciamolo subito, per il quale non esiste una soluzione univoca. Però esistono degli accorgimenti che, se adottati costantemente e coerentemente, possono aiutare a migliorare l'ascolto dei propri tweet e, alla fine dei giochi, aumentare i follower in modo naturale, senza ricorrere ad "acquisti" avventati che ti si ritorcerebbero contro. Vediamone alcuni.

1. Twitta

Esattamente. Se vuoi non avere follower, il modo giusto per riuscirci è rimanere silente. Un account inattivo è la cosa più inutile che ci sia: io personalmente ripulisco periodicamente tutti i miei following che non hanno postato nulla per più di un mese. Se il tuo è un account aziendale, cerca di essere conseguente: non utilizzare il tuo business account per commentare il Festival di San Remo o l'ultima sconfitta della Lazio. Parla di business: utilizza i tuoi tweet per pubblicare contenuti correlati con il tuo settore, e cerca di rispondere sempre e tempestivamente ai tuoi interlocutori. Twitter è il luogo privilegiato per la creazione di engagement: non trascurarlo. Se non sai come fare, utilizza l'automazione per parte dei tuoi tweet, in modo da mantenere un flusso costante e non alternare dieci tweet in dieci minuti con trenta giorni di silenzio assoluto.

2. Ritwitta

Cosa? Hai paura di fare pubblicità alla concorrenza? Non temere: ritwittare vuol dire semplicemente far sapere al tuo target che stai sul pezzo, che conosci la situazione del mercato e sei all'avanguardia.

3. Segui gli altri

Avete presente quel profilo con oltre 1,5 milioni di followers e solamente 8 following? Bene: è @Pontifex_it, l'account di papa Francesco. Tutti gli altri, se vogliono essere seguiti devono anzitutto iniziare a seguire a loro volta. Persino Barak Obama, che ha 42 milioni di followers, segue oltre mezzo milione di persone. Seguire gli altri è il primo passo per creare engagement sui loro contenuti. Creare engagement è il primo passo per guadagnasi visibilità e, alla fine, riuscire ad aumentare i follower. Non ci sono altre strade - a meno che non vestiate l'abito talare bianco. Soprattutto, se sei un'azienda, non trascurare di seguire chi ha scelto autonomamente di seguirti. È il primo passo per non perdere i follower lungo la strada.

4. Agisci come una persona

E soprattutto: non cercare mai di vendere i tuoi prodotti mediante Twitter. Cerca di ricordarti sempre che il modo migliore per creare interesse intorno al tuo account è di non rinunciare alla tua identità personale. Twitta per cercare conversazione, scambio di idee, anche scambio di battute. Non twittare mai come fossi un robot: prima o poi qualcuno penserà davvero che lo sei, e smetterà di ascoltarti.

5. Usa le stelline

Tempo fa c'è stato un interessante dibattito attorno al tema delle stelline (o dei preferiti che dir si voglia). Non entro ulteriormente nel merito. Quel che so di sicuro, è che la stellina è un segnale che si manda all'autore del tweet stellinato: è un modo di dire: non è un contenuto abbastanza pertinente con il mio profilo, per cui non lo ritwitto, ma ho apprezzato ciò che dici. Oppure, in una conversazione, esprime anche un Like a quanto scritto dall'altro laddove un retweet non avrebbe senso alcuno. Di certo, la stellina è un segnale che arriva al destinatario: usalo con intelligenza e verrai ripagato.

6. Sul tuo sito web, sulla tua pagina Facebook, sul tuo blog: fai vedere che esisti anche su Twitter, e che sei un utente attivo.

Se i tuoi contenuti sono interessanti, di certo qualcuno vorrà seguirti.
Ecco: questi in sintesi i miei suggerimenti per aumentare i follower del tuo profilo aziendale su Twitter in modo efficace. Aspetto i vostri!

CIAO! Grazie per essere arrivato a leggere fino a qui.

Porto avanti questo blog solo per passione, senza voler fare altro se non avviare un confronto con chi condivide con me l'interesse per tutto ciò che è marketing. Se ti è piaciuto questo post, la soddisfazione più grande che potrai darmi sarà quella di condividerlo sui social media e di lasciare un tuo commento.

Se poi vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti subito alla newsletter!

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:

Delivered by FeedBurner

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY