CONDIVIDI
I social media sono utili alle aziende? Certo: ma dimostrarlo è difficile
Una questione ricorrente, nel dialogo con clienti, committenti o in generale imprenditori, marketer, responsabili commerciali di aziende di ogni tipo riguarda l'utilità dei Social Media per l'attività imprenditoriale.
Certo, lo so: tu sei convintissimo che solo i Social Media lastricano la strada del domani delle imprese italiane, e che ormai non avere uno o più profili sui diversi Social Network equivale a chiudere bottega in tempi brevi, negletti dai propri clienti e costretti all'oblio digitale.
Ma è proprio così?
Per dirla tutta, non è poi così chiaro. Di sicuro, sappiamo tutti che in alcuni casi è possibile, mediante uno stretto coordinamento tra strutture di marketing e strutture commerciali dell'azienda, fare sia attività di Social CRM, sia addirittura orientare la propria impresa verso il social selling - il che vuol dire, sostanzialmente, integrare o persino sostituire l'attività di marketing tradizionale con il Social Media  Marketing, per la propria attività di Brand Awareness e di Lead Generation. Credimi: già riuscire in questo, e riuscire a muovere l'intera azienda (e l'intero funnel di vendita) attorno a questo tipo di marketing è qualcosa di difficilissimo e tutt'altro che banale, soprattutto in contesti medio-grandi, dove già i passaggi lungo la pipeline di vendita sono tutt'altro che fluidi e dove spesso quanto prodotto a livello di marketing verrà poi dilapidato a livello di rapporto commerciale.

Ma qual è l'utilità dei Social Media?

Nonostante questa difficoltà, è un dato di fatto che gli investimenti legati all'attività di digital e social media marketing stiano crescendo ovunque in modo sostenuto. Lo rilevava giorni fa in un suo interessantissimo articolo su Forbes Christine Moorman, spiegando tra l'altro come nei prossimi cinque anni si attenda una crescita del 128% del budget delle imprese riservato ai Social Media (dall'attuale 9,4% a un ragguardevole 21,4%).
marketing-spend
La questione, peraltro, non riguarda solo i Social Media, considerando che l'intero settore del marketing digitale è prevedibile crescerà, già nel prossimo anno, di oltre 10 punti.
Cosa ne verrà, alle imprese, da questo spostamento di budget verso il marketing digitale in termini di aumento del fatturato e di effetti sulle prime righe dei conti economici - quelle tradizionalmente dedicate ai ricavi?
Proprio questo è il problema, secondo la Moorman: verificare questi effetti, valutare in termini differenziali e in modo quantitativo i supposti benefici di un aumento delle risorse destinate al social media marketing sarà la vera sfida che le imprese dovranno affrontare nei prossimi anni.
Tanto è vero, che solo il 15% dei marketers dichiara di essere in grado di valutare in modo quantitativo gli effetti del Social Media Marketing sul bilancio aziendale, mentre il restante 85% dice di poterne fornire solo prove quantitative (40%) o di non essere in grado di produrne affatto (il rimanente - e di certo consistente - 45%).

Il problema della valutazione quantitativa degli effetti del social media marketing

Perché - fa notare la Moorman - l'unico modo per calcolare con precisione l'impatto di un'attività di marketing sul bilancio aziendale è il calcolo del Marketing ROI. Il fatto è, che anche il calcolo quantitativo dei risultati delle proprie attività di marketing ha un costo, che le aziende - a cominciare dagli stessi uffici preposti al marketing - non hanno una gran voglia di sostenere.
Si tratta di fenomeni ben noti non solo negli Stati Uniti, ma anche in Italia e - indovino sicuro di essere nel giusto - nel resto del mondo occidentale. Il problema è che il digital marketing ha degli effetti, in termini di Brand Awareness, di buzz e di diffusione virale che sono difficilmente quantificabili e attribuibili con sicurezza a un canale specifico. Valutarli con precisione non è impossibile, ma è di certo costoso, poiché implica una analisi dei flussi lungo la pipeline di vendita estremamente elaborata e dettagliata.
Una sfida - e un costo - che ben pochi intendono sostenere.

CIAO! Grazie per essere arrivato a leggere fino a qui.

Porto avanti questo blog solo per passione, senza voler fare altro se non avviare un confronto con chi condivide con me l'interesse per tutto ciò che è marketing. Se ti è piaciuto questo post, la soddisfazione più grande che potrai darmi sarà quella di condividerlo sui social media e di lasciare un tuo commento.

Se poi vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti subito alla newsletter!

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:

Delivered by FeedBurner

1 COMMENT

LEAVE A REPLY