CONDIVIDI
Content Marketing: perché rivelare la ricetta segreta della nonna

La cultura del blog aziendale come strumento di content marketing è dura a nascere, in Italia.

Una delle obiezioni tipiche che è facile riscontrare è la seguente: «A che serve il blog? Mica posso mettere in piazza tutti i miei segreti e tutti i miei trucchi professionali».
Si tratta di un atteggiamento molto diffuso, che ricorda un po' quello di alcune inveterate casalinghe che non rivelerebbero mai la ricetta di famiglia per lo stufato o la crema chantilly, temendo chissà cosa.
Eppure, non c'è nulla da temere. Anzi. La condivisione sul web, senza paure e senza infingimenti, del nostro know how (aziendale o personale, secondo le situazioni) è ciò che ci qualifica come persone (o aziende) di cui ci possiamo fidare.

Il problema vero è che non esistono più ricette segrete

Così ritieni di avere il segreto del successo nel tuo business chiuso in un cassetto. La tua azienda, grande o PMI che sia, è l'unica a seguire quella determinata procedura, o quel quid che rende più efficiente i processi produttivi. Ne sei sicuro? Io proverei a fare una ricerca su Google, magari in più lingue. Potresti scoprire di non essere l'unico depositario della tua ricetta segreta per il successo.

Usa il Content Marketing per far conoscere quanto vale realmente la tua azienda

Il problema è che ormai è difficile pensare che possano esistere segreti legati a processi industriali o a procedure operative che non siano ampiamente conosciuti sul mercato, persino dai tuoi competitor diretti, quasi come è difficile pensare che esistano ancora terre da esplorare nel globo terracqueo.
Allora, non sarebbe meglio utilizzare il tuo know-how come vera spinta del tuo business, facendo attività di Content Marketing per la tua azienda, parlando e scrivendo il più possibile di ciò che sai, producendo interviste, articoli sul tuo blog aziendale, case studies, video e quanti più materiali possibile che dicano, tutti insieme, «nella mia azienda non lasciamo nulla al caso, sappiamo come si fa».
Spiega come hai risolto il problema del tuo cliente, racconta cosa ha funzionato e cosa no, usa i dati in tuo possesso per motivare le tue scelte.
Solo così i tuoi clienti potenziali saranno in grado di valutare il tuo lavoro, apprezzare la tua reale conoscenza del business, vederti come un leader nel tuo campo.

Le aziende che offrono servizi professionali spesso temono che distribuire contenuti metta i clienti in condizione di passare al fai-da-te, senza passare più dall'azienda. Sono stato un consulente per molti degli ultimi 25 anni, e posso dirvi per esperienza diretta che se un potenziale cliente sta seriamente ponderando tra l'opzione di fare da sé e quella di utilizzare i vostri servizi, quello non è il cliente di cui avete bisogno.

Hai ancora dubbi? Allora, prova a preparare un Big Mac come fa la signorina in questo video o magari a produrvi dell'ottima mortadella fatta in casa.

E per il lavoro intellettuale?

Se gli spiego come fare un piano editoriale, il cliente non inizierà a scrivere da solo gli articoli per il suo blog, invece di richiedere il mio lavoro? Oppure scriverà da solo il suo Business Plan, invece di rivolgersi a me, che sono il suo consulente di fiducia?
Anche in questo caso vale lo stesso discorso. Se ritieni che la tua esperienza e la tua capacità di svolgere egregiamente il tuo lavoro siano ciò che ti differenzia dagli altri sul mercato, perché d'altro canto credi di valere talmente poco, che basta un articolo per spiegare a tutti come fare a meno di te?
Difficile pensarlo, non credi?
Del resto, fatti dare la ricetta segreta della crema chantilly che viene molto bene alla nonna, e prova a rifarla: puoi stare sicuro che non ti verrà mai bene come la sua.
Allo stesso modo, non credere che spiegare al cliente come fare una cosa possa realmente metterlo in condizione di replicare la tua esperienza.
Semplicemente, saprà con maggiore certezza che, per quel dato lavoro, gli conviene affidarsi a te.

 

CIAO! Grazie per essere arrivato a leggere fino a qui.

Porto avanti questo blog solo per passione, senza voler fare altro se non avviare un confronto con chi condivide con me l'interesse per tutto ciò che è marketing. Se ti è piaciuto questo post, la soddisfazione più grande che potrai darmi sarà quella di condividerlo sui social media e di lasciare un tuo commento.

Se poi vuoi rimanere sempre aggiornato, iscriviti subito alla newsletter!

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:

Delivered by FeedBurner

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY